Il colore della natura, una Mostra a La Montina

Una mostra d’arte con i colori della natura è allestita al Museo d’Arte contemporanea ‘Remo Bianco’ di Franciacorta, negli storici spazi delle Tenute La Montina di Monticelli Brusati (Brescia).

“Il colore della natura” è una collettiva, in programma fino al 31 agosto 2015, di tre artisti che si confrontano con i loro stili, Italo Ghirardi, Giuseppe Novali e Armando Riva, e la natura con i suoi colori fa da fil-rouge tra le loro opere ma anche con la filosofia delle Tenute La Montina, una delle cantine più antiche e rinomate della Franciacorta, che proprio di recente si è ispirata a Madre Natura per rivisitare l’aspetto delle proprie bottiglie, dando una veste speciale al Rosé Demi Sec.

La natura ispiratrice per i suoi colori, ma non solo, la natura costituisce anche il legame profondo alla propria terra che plasma e modella l’opera dei protagonisti, siano essi pittori, scultori o vignaioli.

Italo Ghirardi, pittore bergamasco, ha frequenta l’Accademia Carrara di Bergamo e nel 1972 vi inizia ad insegnare. Nei suoi lavori, riesce a scavare nell’interiorità cogliendo lo stato d’animo dei personaggi per tramutarli in una pennellata sicura. Il-Colore-della-Natura-Innaugurazione-15-610x406«Un po’ psicologo, un po’ analista, Ghilardi è in realtà un esploratore dei sentimenti, che naviga fra tempeste di emozioni e solari suggestioni». Giuseppe Novali, che è stato allievo di Ghirardi, non si può definire realmente pittore figurativo e nemmeno astratto, « Egli è pittore artista che si gode un’immagine di sua creazione e certo ama la natura che osserva e descrive con rispettosa meditazione, con una vena poetica che lo isola dal mondo in cui vive». Armando Riva, milanese, a partire dal 1965 opera nel campo delle arti visive, pittore e scultore. Di lui Philippe Daverio scrive «Le sue opere hanno forme che portiamo dentro di noi; i suoi bronzi mi ricordano i vitigni solitari e i disordinati grovigli semisommersi, imprigionati ai detriti portati dalle piene del Po. Della fertile terra lombarda, confine ultimo con l’Emilia, ci sono i colori: il castano e il bruno del bronzo, il rosso dell’ossido di rame, gli sbalzi dell’oro, il verderame della patina che copre il metallo».

Il rispetto del territorio e del ciclo stagionale è frutto di anni di esperienza e vanto della famiglia Bozza e dell’intero staff che collabora a dar vita ad un Franciacorta di prestigio.

La tenuta, con al centro un complesso di costruzioni sapientemente ristrutturate, le cui origini risalgono al 1600, è posizionata La-Montinasulle colline di Monticelli Brusati (BS). Si sviluppa su di una superficie vitata di circa 72 ettari, dislocati in 7 Comuni della Franciacorta, tra il lago di Iseo e l’anfiteatro morenico della Franciacorta. Vigneti in posizione collinare, impiantati su terreni calcarei e limo-argillosi con una resa circa di 100 quintali per ettaro con densità di 5.400/7.000 ceppi per ettaro, la produzione media è di 380.000 bottiglie annue.

L’orario per visitare la Mostra “Il colore della natura”: dalle ore 10.30 alle ore 15.30, ad ingresso gratuito. Secondo le intenzioni della famiglia Bozza, la Mostra fa parte integrante delle visite di cantina. Per ulteriori informazioni: tel.030 653278 – www.lamontina.it.

Maura Sacher

L’articolo Il colore della natura, una Mostra a La Montina sembra essere il primo su EgNews OlioVinoPeperoncino – gastronomia, vino, cucina, chamapagne, viaggi e turismo.

Pubblicato da : EGNEWS

PoderiMorini

Author PoderiMorini

Siamo un’azienda giovane, appassionata della propria terra che ha scelto di fare il vino per celebrarne al meglio il valore, la tradizione e la cultura: “diamo valore alla Romagna che amiamo” queste sono infatti le parole con cui descriviamo la motivazione del nostro progetto dal sapore imprenditoriale ma anche intensamente personale.

More posts by PoderiMorini